Convegni, a Padula fari puntati sulle celebrazioni liturgiche bizantine
affrescobizantinopadula28
Fonti Foto
Padula. Sabato 9 settembre a Padula le società valdianesi Macrì Dessert, Officine Caputo, Tubifor e Valsius, in collaborazione con la Nova Civitas e la sezione "P. Gallo" dell'Associazione Nazionale Amici del Presepio, presenteranno il restauro dell'affresco Madonna col Bambino facente parte di un ciclo pittorico presente in Lungo dei Greci, nei pressi della chiesa di San Nicola de Domnis. L'iniziativa nasce da un'idea dell'ingegnere Antonio Casella che, realizzandone il progetto, ha ottenuto l'approvazione della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Salerno ed Avellino e la supervisione del funzionario storico dell'arte dottoressa Rosa Carafa. Il restauro, realizzato dalla ditta padulese Chartusia Felix di Giuseppe Libretti, è stato possibile grazie al contributo economico di Tubifor di Antonio Fortunati, Macrì Dessert di Mario Macrì, Valsuis di Angelo Salvatore Pepe e Officine Caputo di Angelo Caputo, particolarmente sensibili alla tutela del patrimonio storico ed artistico locale. Alle ore 16.00, presso la Chiesa di San Nicola de Domnis, si terrà il convegno storico-religioso dal titolo "Il rito bizantino a Padula": dopo i saluti iniziali del Sindaco della Città di Padula Paolo Imparato, il convegno vedrà la presenza di illustri relatori tra cui Antonio Casella - Presidente dell'Associazione Nova Civitas, Don Giuseppe Radesca - parroco della Chiesa Madre di San Michele Arcangelo, Antonio Tortorella - Storico, Amalia Galdi - Docente di Storia Medievale dell'Univesità degli Studi di Salerno. A seguire, ci sarà lo scoprimento dell'affresco nel vicino Lungo dei Greci. Alle ore 17.00, presso la Cappella di Santa Maria di Costantinopoli, resa disponibile dal proprietario Professor Carmine Pinto (su autorizzazione del Vescovo della Diocesi di Teggiano-Policastro,Sua Eminenza Monsignor Antonio De Luca, di Don Giuseppe Radesca, parroco della Chiesa di San Michele Arcangelo di Padula e dell'Ufficio Diocesano per l'Ecumenesimo e il Dialogo Interreligioso), si terrà la celebrazione della liturgia eucaristica in rito bizantino, ovvero la Divina Liturgia di San Giovanni Crisostomo a cura di papàs Francesco Mele della Diocesi greco cattolica di Lungro, parroco dell'esaltazione della Santa e Vivificatrice Croce di San Paolo Albanese, in provincia di Potenza. Durante la celebrazione sarà ricordato Angelo Di Muria che, grazie alla sensibilità artistica e alla riconoscenza verso il suo paese, rese possibile il restauro del primo affresco dedicato alla Vergine, ubicato nei pressi della Chiesa della Santissima Annunziata.
 
   
Articolo contenuto in
  Cultura  
SU EVENTI E RASSEGNE POTREBBERO INTERESSARTI
   
AGGIUNGI UN COMMENTO O SCRIVICI A redazione@irno.it
 
SEGUICI SU FACEBOOK E NON PERDERTI LE ULTIME NOTIZIE