Rassegne, secondo appuntamento con "Padula, il paese della legalità"
padulalegalita27
Fonti Foto
Padula. Ha avuto inizio sabato scorso, 3 giugno, il progetto "Padula, il paese della legalità", promosso dal Comune di Padula e finanziato dalla Regione Campania nell'ambito del "Progetto di animazione della biblioteca comunale Raffaele Romano". Il progetto, sviluppato con il contributo scientifico del Professor Marcello Ravveduto, prevede una serie di iniziative tra giugno e luglio di quest'anno, con lo scopo di stimolare la riflessione ed il dibattito sull'importanza della cittadinanza attiva e responsabile come prima arma per contrastare il dilagare di fenomeni criminali. Gli incontri sono rivolti in particolar modo ai giovani, cercando di incrementarne la consapevolezza attraverso film, esibizioni artistiche e esperienze dirette. Durante il primo incontro, presso la Casa Museo Joe Petrosino, è stato inaugurato dall'Assessore alla Cultura Filomena Chiappardo lo Scaffale della Legalità nella sezione distaccata della Biblioteca comunale dedicata alla legalità. A seguire, la proiezione del film "La Mafia uccide solo d'estate" di Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif. Sabato 10 giugno è prevista la proiezione di "Fortàpasc", nei successivi sabati, invece, "Into Paradiso" e "Gomorra", preceduti da un momento di confronto e dibattito sulle tematiche affrontate nelle pellicole. Domenica 9 luglio avrà una visita in un bene confiscato alla criminalità organizzata nelle Terre di don Peppe Diana, che permetterà di conoscere il patrimonio storico e culturale attraverso usanze, cucina e buone pratiche, valorizzando luoghi che per tanto tempo sono stati dimenticati ed oltraggiati. La rassegna si concluderà sabato 29 luglio con la giornata "Cultura contro le Mafie", durante la quale verrà presentato il Rapporto sulle Ecomafie 2017 a cura di Legambiente ed il workshop-concerto di Maurizio Capone, fondatore dei Capone & BungtBangt e maggior esponente italiano dell'EcoMusic, durante il quale si illustrerà come costruire strumenti musicali partendo da rifiuti. Infine, è previsto il concorso "30 secondi per Petrosino" per valorizzare l'immagine del poliziotto italo americano attraverso uno spot video di 30 secondi: il concorso è dedicato a tutti i giovani under 35 che vorranno cimentarsi nella sfida di raccontare la legalità attraverso la figura di Joe Petrosino. Per il video vincitore è previsto un premio di 500 euro. Il progetto è stato reso possibile grazie alla collaborazione dell'Associazione Internazionale Joe Petrosino, del Forum dei Giovani di Padula, del coordinamento di Salerno dell'Associazione Libera contro le Mafie e di Legambiente Campania.
 
   
Articolo contenuto in
  Cultura  
SU EVENTI E RASSEGNE POTREBBERO INTERESSARTI
   
AGGIUNGI UN COMMENTO O SCRIVICI A redazione@irno.it
 
SEGUICI SU FACEBOOK E NON PERDERTI LE ULTIME NOTIZIE