Eventi, i bambini protagonisti del Carnevale amalfitano
amalfi11
Fonti Foto
Amalfi. Carnevale a misura di bambini ad Amalfi dove saranno i più piccoli a realizzare i pupazzi che sfileranno martedì per le strade della città. Non mancheranno spettacoli circensi e gonfiabili in piazza. Il programma preparato dal Comune di Amalfi per festeggiare il martedì grasso comincia lunedì 27 febbraio, l'appuntamento è dalle 10.30 alle 12.30 nella palestra delle scuole elementari in Piazza Spirito Santo, dove la Compagnia degli Sbuffi terrà un interessante laboratorio, durante il quale i bambini che vorranno partecipare costruiranno dei grandi pupazzi di gommapiuma. I membri della compagnia, che è specializzata sul teatro di figura con burattini, marionette e pupazzi, guideranno i piccoli nella realizzazione dei personaggi, che dovranno essere tutti ispirati al Pinocchio di Collodi. Martedì 28 febbraio alle 10.30 i pupazzi realizzati nel laboratorio sfileranno partendo da Piazza Spirito Santo, un modo diverso per stare insieme e permettere ai più piccoli di impadronirsi della città, coinvolgendo tutti con una festaiola parata, pensata per trasmettere anche ai più grandi l'allegria del Carnevale. La sfilata si dirigerà all'Arsenale della Repubblica. Qui andrà in scena, alle ore 11.45, lo spettacolo di teatro di figura "Che mondo è se carnevale non c'è" a cura della Compagnia Teatro degli Sbuffi di Castellammare di Stabia. Il programma prevede poi per il week-end di sabato 4 e domenica 5 marzo il ritorno del circo e dei gonfiabili, che l'anno scorso sono stati particolarmente apprezzati. In Piazza Municipio sarà allestito il Kinder Circus, con gli spettacoli del Clown Bistecca, a base di divertenti gags, giocoleria, magia e nuove sorprese studiate per sorprendere gli spettatori amalfitani. Nella stessa area saranno allestiti dei gonfiabili sui quali i bambini potranno giocare e divertirsi.
Author: Francesca Salvato

 
   
Articolo contenuto in
  Cronaca  
SU COSTA D'AMALFI POTREBBERO INTERESSARTI
   
AGGIUNGI UN COMMENTO O SCRIVICI A redazione@irno.it
 
SEGUICI SU FACEBOOK E NON PERDERTI LE ULTIME NOTIZIE